Tempi duri per le criptovalute


IL PROGETTO LIBRA (LA “MONETA” DI FACEBOOK) DOPO TANTO CLAMORE, COMINCIA A BARCOLLARE PERICOLOSAMENTE.

La criptovaluta come nuovo e rivoluzionario strumento di business e gestione delle transazioni. La critpovaluta come nuovo e più efficace, sicuro è controllabile strumento finanziario. Tutto vero? Si ma non è tutto così semplice e le cadute possono essere molto dolorose…

Sarebbero infatti almeno tre i sostenitori del progetto Libra, la criptovaluta (che tanto clamore ha destato) a cui sta lavorando Facebook e il cui lancio è stato annunciato per il 2020, pronti o comunque intenzionati a sfilarsi dall’operazione. È quanto emerge da un’inchiesta del Financial Times secondo cui l’apertura di indagini e di inchieste ad ampio spettro non solo non favorirebbero il progetto ma rischiano di generare un effetto boomerang sugli stessi investitori.

Sul Financial Times le posizioni dei tre partner del Consorzio – che vede in campo 28 membri fondatori fra cui tra cui Visa, Mastercard, PayPal e Uber e Spotify, a ciascuno dei quali è stato richiesto un investimento di 10 milioni di dollari per aderire – sono state messe nero su bianco in alcune dichiarazioni, pur se le fonti hanno preferito rimanere anonime. E la stessa Facebook al momento non smentisce né conferma la notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *